Già oltre 18 km di fibra ottica posati per servire 11 aree. Previsti ulteriori investimenti

La giunta dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna ha incontrato i rappresentanti di Lepida e della Regione Emilia-Romagna per disporre di ulteriori 76mila euro da investire per la posa di fibra ottica per abilitare servizi di connettività in banda ultra larga (fino ad 1 Gb).

La fibra sarà destinata alle aree industriali della Bassa Romagna ancora non coperte dal servizio, al fine di accrescere la competitività delle imprese locali migliorandone la connettività.

Attualmente sono già 18,5 i km di fibra ottica posati sul territorio, per un totale di 11 aree artigianali, distribuite in tutti e nove i comuni.
Grazie alle economie di gara ottenute, è prevista la realizzazione di ulteriori infrastrutture per un investimento totale di 300.000 euro, cofinanziato al 50% da fondi regionali.

“Il lavoro fatto fin qui consente a una impresa di dimezzare il costo della banda ultra larga nella propria azienda – ha sottolineato il sindaco referente per le Infrastrutture telematiche, Nicola Pasi -. Siamo l’unico territorio regionale che ha utilizzato fondi pubblici per questo tipo di potenziamento infrastrutturale. Con i prossimi investimenti, in concerto con Lepida e la Regione, permetteremo alle aziende interessate a investire di risparmiare ulteriormente per poter avere la banda ultra larga, in particolare nel caso in cui si riescano a creare gruppi di più aziende interessate all’allacciamento”.

Lepida Spa è lo strumento operativo, promosso da Regione Emilia-Romagna, per l’attuazione delle politiche digitali: per la pianificazione, l’ideazione, la progettazione, lo sviluppo, l’integrazione, il dispiegamento, la configurazione, l’esercizio, la realizzazione delle infrastrutture di telecomunicazione e dei servizi telematici che sfruttano le infrastrutture di rete.