Nasce il Punto Pane e Internet per la formazione dei cittadini

Per i cittadini della Bassa Romagna nasce il ‘Punto Pane e Internet’ dedicato ai cittadini che potranno così soddisfare le proprie esigenze di conoscenza in materia di digitale, internet e servizi online e poter meglio cogliere tutte le opportunità offerte dalla società dell’informazione.

 

Il Punto PEI Bassa Romagna si rivolge in particolare ai cittadini a rischio di esclusione digitale, con una programmazione mirata che prevede corsi di alfabetizzazione, corsi di 2° livello e corsi specifici mono-tematici, il servizio di facilitazione digitale presso le biblioteche, nonché la promozione di eventi di cultura digitale per ridurre il divario digitale dei cittadini, verso una società più inclusiva e democratica.
 
Tutte queste attività sono articolate ed erogate in tutti i Comuni dell’Unione Bassa Romagna, con il coinvolgimento e la collaborazione di una rete territoriale di enti, scuole, biblioteche, centri di formazione e associazioni, per consentire la più ampia partecipazione possibile dei cittadini interessati alla formazione ed ai servizi digitali. Le attività di inclusione digitale sono promosse inoltre grazie al sostegno finanziario del gruppo bancario La Cassa, cui capofila è la Cassa di risparmio di Ravenna.

“Siamo in una importante fase di evoluzione digitale del nostro territorio – ha ricordato Nicola Pasi -, si tratta di un cambio epocale che modificherà in profondità le nostre abitudini ancora più di quanto non sia avvenuto negli ultimi anni. In questi anni abbiamo lavorato per informatizzare tutti gli uffici pubblici, le scuole, le biblioteche di ogni comune, per diffondere il Wi-Fi su ampia scala e per portare la banda ultra larga in numerose aree produttive (ad oggi nove, ma presto saranno 11). Ora abbiamo un nuovo strumento, per continuare a facilitare il percorso dell’alfabetizzazione digitale”.

“Il Punto PEI parte da un approccio inclusivo per avvicinare tutte le generazioni e le persone di ogni livello scolastico agli strumenti digitali – ha sottolineato Eleonora Proni –. La volontà è quella di ridurre l’analfabetismo digitale raggiungendo la popolazione in maniera capillare. Ci saranno punti di facilitazione in ogni comune: abbiamo formato il personale di tutti gli Urp e delle biblioteche in modo da fornire il giusto sostegno ai cittadini”.

“In Emilia-Romagna i cosiddetti analfabeti digitali sono circa 900mila (erano circa un milione nel 2013), 21mila in Bassa Romagna – ha dichiarato Agostina Betti -. Attraverso i corsi di formazione del Punto PEI, che avranno un costo calmierato grazie al contributo dei partner del progetto, contiamo di alfabetizzare in questo territorio circa mille persone nell’arco di tre anni”.

Per tutte le informazioni utili è possibile contattare la Segreteria organizzativa del Punto PEI Bassa Romagna (piazza dei Martiri 1, Lugo; 0545 38277, email paneeinternet@unione.labassaromagna.it), il numero verde regionale 800 590 595 (dal lunedì a venerdì dalle 10 alle 13) o consultare il sito www.paneeinternet.it.