A Solarolo

Compleanno record a Solarolo. Ieri, 5 giugno, alla Casa Residenza Bennoli, nonno Elio Mignani ha tagliato lo straordinario traguardo dei 107 anni. Mai nessun uomo solarolese era arrivato ad un’età simile. Ora Elio si avvicina al record assoluto di longevità cittadina, che al momento spetta ad Agnese Bassani, spentasi due anni fa a 107 anni e 8 mesi. Anche la sorella maggiore di Elio, Domenica, aveva raggiunto un’età incredibile: era scomparsa cinque anni fa all’età di 106 anni, 4 mesi 6 giorni. Questa longevità da record è evidentemente scritta nel Dna di nonno Mignani, che ieri ha ricevuto i saluti e gli auguri degli altri ospiti e degli operatori della struttura socio assistenziale nella quale vive da qualche anno, nonché la visita del sindaco Fabio Anconelli. Lo stesso centenario aveva esplicitamente richiesto al primo cittadino di presentarsi con tanto di fascia tricolore. E così è stato.

Secondo i dati del sito supercentenariditalia.it, Elio Mignani ad oggi risulta il tredicesimo uomo più anziano d’Italia, il secondo fra gli emiliano-romagnoli. Il centenario gode ancora di una splendida lucidità mentale e di una buona condizione di salute, anche se da qualche anno non riesce più a camminare in autonomia. Elio è nato (nel 1911) ed è sempre vissuto a Solarolo. Da giovane ha svolto diversi lavori: dal contadino al muratore, fino al barista. Aprì un caffè in paese prima della Seconda Guerra Mondiale, gestendolo per oltre vent’anni.

Negli anni Cinquanta comprò una licenza per la compravendita di mangimi, che poi iniziò a produrre in proprio, acquistando cereali e lavorandoli con un mulinetto ed un miscelatore. Elio non ha fermato la sua voglia di fare e la sua creatività nemmeno quando è andato in pensione, realizzando fino ai cento anni per passatempo delle artistiche specchiere in legno, da regalare ad amici e parenti.