(Foto shutterstock.com)

Era già in atto un divieto di avvicinamento

L’inizio

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile della compagnia di Faenza hanno arrestato per atti persecutori un 24 enne faentino.

La fidanzata dell’uomo, già noto alle forze dell’ordine, aveva interrotto la relazione amorosa da questa estate.

Da quel momento erano iniziate le telefonate e i messaggi minatori anche attraverso i servizi di messaggistica internet.

Anzi non contento spesso pedinava l’ex fidanzata e le faceva delle scenate sul posto di lavoro.

Vista la situazione, a giugno di quest’anno la ragazza ha denunciato il suo ex e il Tribunale ad agosto ha emesso un divieto di avvicinamento; malgrado l’ordinanza però, questo mercoledì  il 24enne si è presentato nel locale nel quale lavora la giovane donna minacciandola.

L’arresto

Qualcuno, vedendo la situazione, ha pensato bene di avvertire il 112 e sul posto è arrivata una pattuglia del la Radiomobile.

I carabinieri quando sono arrivati hanno trovato l’uomo proprio accanto alla donna,  ciò ha fatto scattare l’arresto per la violazione dell’ordinanza del Tribunale.

Dopo le formalità il 24enne è stato condotto, come disposto dall’autorità giudiziaria, al carcere di Ravenna.