A Faenza

Non ce l’ha fatta il 39enne originario del Marocco rimasto intossicato da esalazioni di monossido di carbonio nella sua abitazione di via Farina 4 a Faenza. Qui l’uomo nella serata di giovedì probabilmente per scaldare l’ambiente nel quale viveva aveva acceso un po’ di carbone su un vassoio in alluminio. Non si è però accorto delle esalazioni di monossido – il gas è incolore e inodore – ed ha perso i sensi. Un coinquilino arrivato in un secondo momento ha chiesto aiuto un passante e nel tentativo di rianimare sono rimasti intossicati a loro volta. Tutti trasportati all’ospedale di Faenza il più grave, il 39enne,  malgrado i tentativi di rianimare da parte dei sanitari del 118 prima e dell’ospedale manfredo poi, non c’è l’ha fatta e poco prima della mezzanotte è stato dichiarato il decesso. Gli altri due sono stati trasferiti al centro Iperbarico di Ravenna. Sul posto anche i Vigili del fuoco di Faenza e gli agenti del Commissariato di polizia.