Il cordoglio del mondo del ciclismo e del Comune e dell’Unione della Romagna Faentina

Se n’è andato questa mattina, 21 gennaio 2019, all’età di 90 anni, all’ospedale di Faenza dove si trovava già ricoverato, Giuseppe Minardi, noto ciclista su strada e maglia rosa più anziana ad essere ancora in vita.

Conosciuto nel mondo del ciclismo con il soprannome di “Pipaza”, Minardi era nato a Solarolo il 18 marzo del 1928 e fu professionista dal 1949 al 1958. Vanta 6 tappe vinte al Giro d’Italia, che lo portarono ad indossare la maglia rosa per qualche giorno, e il successo al Giro di Lombardia del 1952, anno in cui si classificò anche secondo al Campionato italiano dietro a Gino Bartali.

Il cordoglio

Svariati messaggi di cordoglio sono arrivati dal mondo delle due ruote e anche il Sindaco del Comune e dell’Unione della Romagna Faentina non ha fatto mancare le sue condoglianze. “Invio il mio più profondo cordoglio alla Famiglia Minardi – si legge nella dichiarazione del Sindaco Fabio Anconelli –, a nome della nostra Comunità e a nome della Giunta dell’Unione della Romagna Faentina nel ricordo di un grande Campione e di un grande Uomo”.

“Ci ha lasciato all’età di 90 anni Giuseppe Minardi, per tutti Pipaza, l’uomo e l’atleta che ha segnato una pagina indelebile dello sport del nostro paese – ha aggiunto il Vice Sindaco e Assessore allo Sport Stefano Briccolani –. Sul suo solco si aprì negli anni ’50 una storia di passione ed amore per la bicicletta, che ha generato campioni e amanti delle due ruote, che ancora oggi nobilitano la tradizione sportiva Solarolese”.