Secondo la Polizia i massaggi venivano effettuati da ragazze completamente nude e si concludevano con rapporti sessuali

Si è conclusa con il sequestro del centro massaggi “Sahasrara”, situato in via Mengolina, a ridosso del centro di Faenza, l’indagine condotta dagli investigatori della Squadra Anticrimine del Commissariato di P.S. di Faenza, che hanno accertato che, dal mese di ottobre 2018, nel locale venivano effettuati massaggi, da parte di ragazze completamente nude, dietro il compenso di cento euro ciascuno, che si concludevano con rapporti sessuali.

Gli investigatori hanno effettuato nei giorni scorsi un accesso al centro massaggi e hanno proceduto al sequestro dell’appartamento ove aveva sede il centro massaggi, di due telefoni cellulari utilizzati dalle ragazze per ricevere le prenotazioni dei clienti, della somma di euro 990 ritenuta provento del reato, oltre che di varia documentazione ritenuta utile alle indagini.