Controllato perché pareva ubriaco, un cittadino moldavo è risultato positivo al controllo in banca dati

È stato arrestato dai Carabinieri del Nucleo Radiomobile della Compagnia di Faenza durante un servizio perlustrativo in centro, un cittadino moldavo che è risultato positivo al controllo in banca dati, in quanto doveva ancora espiare una pena residua di 9 mesi e 29 giorni di reclusione per furto aggravato.

Nel percorrere Viale Europa, i militari hanno notato due ragazzi barcollanti e in evidente stato di ebbrezza alcolica, intenti ad accendere una sigaretta, con evidente goffaggine. Dopo essersi fermati, i militari hanno chiesto ad entrambi i ragazzi di esibire i loro rispettivi documenti. Uno dei due ha esibito il passaporto, dimostrando di essere cittadino moldavo e di essere in regola con la normativa sul soggiorno sul territorio nazionale, mentre l’altro, che aveva trascorso la serata a casa dal suo amico, è risultato positivo al controllo, avendo pendente un rintraccio per un provvedimento di carcerazione emesso in data 14 dicembre 2017. Lo straniero è stato quindi arrestato e associato alla casa circondariale di Ravenna.