L’uomo concludeva i ripetuti e fugaci appuntamenti con una semplice stretta di mano

330 grammi di cocaina

Le Fiamme Gialle del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Ravenna hanno arrestato a Cervia un ventisettenne, trovato in possesso di 330 grammi di cocaina.

I Finanzieri cervesi, nel corso dei quotidiani controlli finalizzati al contrasto dei traffici illeciti, particolarmente intensificati nel corso di questo periodo di festività, sono stati insospettiti dai movimenti di un cittadino albanese disoccupato, che da pochi giorni aveva preso in affitto un appartamento in un residence nei pressi del lungomare di Cervia.

“Semplici strette di mano”

Le Fiamme Gialle, mescolatesi tra i numerosi turisti giunti in riviera per i ponti primaverili, hanno seguito il soggetto che è stato notato concludere ripetuti e fugaci appuntamenti con altri individui, spesso concretizzatisi in una semplice stretta di mano.

Per queste ragioni i militari hanno deciso di sottoporre a controllo il cittadino albanese che per sviare le indagini, in un primo momento, ha riferito di risiedere presso un diverso domicilio. Messo però alle strette dai Finanzieri, l’uomo ha confermato di detenere sostanza stupefacente presso l’appartamento di Cervia, di cui possedeva le chiavi di accesso.

Nel corso della perquisizione dell’abitazione, infatti, sono stati rinvenuti all’interno di una cassaforte tre involucri sottovuoto contenenti 330 grammi di cocaina pura, un bilancino di precisione e materiale per il confezionamento delle dosi.

L’uomo è stato arrestato dalle Fiamme Gialle e condotto in carcere, su disposizione del Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Ravenna, Dott.ssa Marilù Gattelli.