Secondo i militari il giovane minacciava i familiari:  “Se non mi dai i soldi ti ammazzo”

È stato arrestato dai Carabinieri della Stazione di Granarolo Faentino in seguito all’ennesima lite in famiglia, avvenuta nel pomeriggio di giovedì, un giovane 23enne faentino, che, stando a quanto riferito dai militari, minacciava e maltrattava continuamente la madre e il fratellino di 13 anni.

Il ragazzo era stato ri-accolto nella casa familiare da circa un paio di mesi, quando avrebbe iniziato a minacciare la mamma, la sorella e il fratello minore. La sorella, esasperata, si era quindi allontanata dalla casa familiare e si è definitivamente trasferita, mentre restavano continue le richieste di denaro del figlio nei confronti della madre. Ad ogni rifiuto la donna veniva aggredita verbalmente e la situazione ha continuato a peggiorare fino all’episodio di giovedì, che ha convinto la donna a denunciare, con il giovane che sarebbe arrivato a lanciare suppellettili e arredi nei confronti della madre, spintonando il fratello minore.

I Carabinieri, sentito il pm di turno, Dott.ssa Cristina D’Aniello, hanno preceduto all’arresto e lo stesso pm ha chiesto la convalida con la misura della custodia cautelare in carcere e resta in attesa della decisione del gip.