Sono scappati tutti in direzioni diverse, ma uno è stato preso

Furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale

I Carabinieri della Stazione di Faenza e Faenza Borgo Urbecco hanno arrestato un 20enne di nazionalità moldava per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

Sabato notte è stato richiesto un intervento, al numero di emergenza 112, in via Calamelli  a Faenza, in quanto alcuni passanti avevano notato dei soggetti intenti a smontare parti di un’autovettura. Immediatamente è giunta sul posto una pattuglia dell’Arma che ha sorpreso i presunti ladri mentre stavano continuando a smontare pezzi dell’autoveicolo.

I malviventi, alla vista degli operanti, si sono dati a precipitosa fuga in direzioni diverse inseguiti dai militari che sono riusciti a fermarne uno che, tentando nuovamente la fuga, è venuto a colluttazione con loro. Dopo aver bloccato il soggetto i carabinieri sono tornati sulla scena del crimine dove hanno rinvenuto sparpagliati nei dintorni, già pronti per essere rubati, i vari pezzi dell’auto cannibalizzata.

Dopo le prime verifiche, gli operanti, sono riusciti a rintracciarne il proprietario del mezzo a cui hanno restituito l’intera refurtiva. 

Le conseguenze

Portato in Caserma, stante i gravi indizi di colpevolezza raccolti il giovane è stato arrestato per furto aggravato e resistenza a Pubblico Ufficiale.

L’arresto è stato avallato dal Pubblico Ministero di turno e il ragazzo, dopo aver trascorso una notte ai domiciliari, questa mattina è stato tradotto presso il Tribunale di Ravenna dove si è tenuta l’udienza di convalida. Il Giudice, dopo aver convalidato l’arresto, avallando la richiesta di termini a difesa avanzata dal difensore, lo ha sottoposto alla misura cautelare dell’Obbligo di firma presso la Caserma di Faenza, in attesa del processo che sarà prossimamente celebrato.