(Shutterstock.com)

Le donne forse preparavano un possibile colpo, ma un 50enne ha segnalato i movimenti sospetti ai militari

I Carabinieri della Stazione di Fognano hanno tratto in arresto una 48enne, che risultava avere a suo carico un provvedimento di ordine di esecuzione per la carcerazione.

Due donne giravano a bordo di una Polo per le vie di Fognano in tarda mattinata, e la cosa non è passata inosservata agli occhi attenti di un cittadino di Fognano, il quale ha subito chiamato i Carabinieri della locale Stazione segnalando quanto stava accadendo. L’uomo, un cittadino 50enne, non è stato uno sprovveduto e ha bloccato con la propria autovettura la Polo delle due donne asserendo che la sua macchina era in panne.

Le due donne, con molta probabilità, secondo quanto riferito dai militari, stavano effettuando un sopralluogo, per poi successivamente effettuare un furto presso le abitazioni vicine, e quindi stavano scegliendo un obiettivo da colpire. La mossa astuta del 50enne e l’arrivo tempestivo dei Carabinieri di Fognano ne hanno impedito la fuga.

Una volta identificate le due donne i militari dell’Arma hanno scoperto che una delle due donne era gravata da un provvedimento di ordine di esecuzione per la carcerazione da parte della Procura della Repubblica di Verona per furti in appartamento e furti aggravati. Il provvedimento risaliva a luglio 2019 e la donna doveva scontare ancora 8 mesi di reclusione. La donna, nata a Rimini, ma senza fissa dimora, è stata immediatamente tradotta al carcere di Forlì dove è tuttora reclusa.