Un’intera famiglia del Marocco, genitori e tre bambini sono sopravvissuti grazie al rientro in casa di un familiare

Verso la mezzanotte di venerdì 1 novembre, in via Francesco Baracca a Bagnacavallo un’intera famiglia composta da genitori e 3 bambini è rimasta intossicata dal monossido di carbonio esalato da una stufa. Il rientro in casa di un parente ha fatto si che non accadesse il dramma, accortosi di quanto stava accadendo ha immediatamente dato l’allarme. Tempestivi i soccorsi giunti con i vigili del fuoco, due ambulanze e auto medica oltre ai Carabinieri di Bagnacavallo. Tutte le cinque persone sono state inviate all’ospedale di Ravenna, la madre e il figlio di appena due anni sono stati ricoverati con codice di massima gravità, mentre il padre e gli altri due figli sono giunti all’ospedale con codici di minore gravità. I vigili del fuoco e i Carabinieri hanno poi ispezionato l’appartamento per i rilievi di legge e per ricostruire la dinamica dell’accaduto.