Il vigilante, insospettito, ha chiamato i carabinieri

Amanti della pesca arrestati dai Carabinieri per un furto aggravato al Decathlon

Un padre e un figlio, entrambi residenti nel lughese, avrebbero rubato vari materiali per la pesca nel negozio Decathlon di Granarolo faentino.

L’addetto alla vigilanza ha notato due persone aggirarsi con fare sospetto e al momento in cui hanno varcato le casse sono stati fermati e sono stati chiamati i Carabinieri di Granarolo faentino.

Nella fattispecie i due “pescatori” avrebbero sottratto materiali per un totale di 200 euro.

Il ragazzo 23enne avrebbe sottratto una canna da pesca telescopica della lunghezza di 30 cm nascosta nella cintura dei pantaloni. Lo stesso avrebbe anche rubato una maglia che avrebbe indossato per eludere il controllo. Il ragazzino nelle tasche dei pantaloni avrebbe avuto anche 2 esche, un piombo a pera e 2 esche artificiali.

Il padre 60enne, invece, avrebbe sottratto una mano di plastica da un manichino.

Entrambi sono stati arrestati, sottoposti agli arresti domiciliari in attesa della convalida e del rito direttissimo. L’arresto è stato convalidato ed è stata disposta l’immediata liberazione.