Furto “a colpo sicuro”: i ladri sapevano dove si trovavano gli attrezzi

Furto di utensili da cantiere

Le pattuglie della polizia locale dell’Unione della Romagna Faentina, hanno recuperato a Faenza, la sera del 7 dicembre 2019, durante la loro normale attività di perlustrazione e controllo del territorio, refurtiva consistente in utensili da cantiere, per un valore stimato di oltre 10000 euro di merce.

La refurtiva è stata rinvenuta accuratamente occultata tra le siepi poste in via Bernardi, nelle adiacenze dell’area pubblica di sgambamento dei cani, e si trattava di attrezzatura da cantiere: trapani, demolitori, flessibili, eccetera.

Gli utensili da lavoro erano stati rubati la notte prima in un paio di cantieri posti nelle vicinanze.

Il furto “a colpo sicuro”

I ladri dopo aver forzato le serrature di recinzione dei cantieri, avrebbero forzato i container nei quali erano custoditi gli utensili sotto chiave, ciò a dimostrazione che sapevano perfettamente il punto in cui venivano riposti la sera. Sono quindi andati a colpo sicuro.

Dopo il colpo, i malviventi, avrebbero poi provveduto ad occultare accuratamente la refurtiva tra le siepi per poterla recuperare in un secondo momento.

La segnalazione dei cittadini

Purtroppo per loro alcuni cittadini, sabato sera, hanno visto movimenti sospetti tra le siepi ed avvisato la centrale della  polizia locale che ha provveduto ad inviare in loco due pattuglie.

I malviventi, hanno così dovuto dileguarsi abbandonando nelle mani dei vigili l’intero bottino che è stato rinvenuto dagli operatori, ancora nascosto all’interno della siepe.

Tutto il materiale recuperato è stato restituito ai diversi artigiani rimasti vittime dei furti.