Carabinieri (foto di repertorio)

In casa e addosso il 30enne aveva cocaina, hashish e marijuana

I Carabinieri della Stazione di Faenza hanno arrestato un 30enne di origini calabresi, residente nella città manfreda, per detenzione di sostanze stupefacenti ai fini di spaccio. Tutto è nato durante i servizi di controllo legati al Covid-19, con i militari che stavano transitando per le vie del centro quando hanno notato un ragazzo che, alla loro vista, si è messo alla fuga ed è apparso subito molto nervoso.

Insospettiti dall’atteggiamento i Carabinieri lo hanno atteso sotto casa, dove è apparso nuovamente agitato. A quel punto, sottoposto al controllo e alla successiva perquisizione sia personale che domiciliare, è stato trovato in possesso di 350 g di cocaina, suddivisa in 6 involucri, 25 grammi di hashish, suddivisa in 4 involucri, 5 dosi di marijuana e un bilancino di precisione, tutto riconducibile all’attività di spaccio.

Il 30enne, che è risultato gravato di precedenti specifici, è quindi stato tratto in arresto dai militari. La droga è stata assunta in carico in attesa di essere versata presso Ufficio corpi di reato e l’uomo è stato condotto alla casa circondariale di Ravenna, messo a disposizione dell’AG ravennate.