Continuano a preoccupare gli assembramenti di persone che si generano, specialmente la sera, nei luoghi della movida. Sul tema interviene il Sindaco di Cervia Massimo Medri, che ieri, sabato 23 maggio, sera ha visitato alcuni dei luoghi più affollati e minaccia misure restrittive.

“Ieri sera sono stato nei luoghi della movida di Cervia e Milano Marittima – spiega il primo cittadino –. Ho monitorato la situazione ora dopo ora, accompagnato dalle Forze dell’Ordine e della Polizia Locale. La situazione all’interno dei locali rispettava i DPCM e le norme attualmente in vigore. Come per tutte le città d’Italia, il vero problema sono gli assembramenti casuali per i viali e nelle Piazze; ma questi dipendono dal buon senso dei cittadini. Gli esercenti più volte in mia presenza, assieme alle Forze dell’Ordine e alla Polizia Locale hanno scoraggiato questi assembramenti, chiesto alle persone di indossare le mascherine e tenere il metro di distanza anche fuori dai locali.

Per cercare di limitare questo tipo di assembramenti stiamo comunque valutando ulteriori misure restrittive con accessi controllati e con la presenza di steward e valutando come misura estrema la possibilità di modifica degli orari. Chiediamo a tutti i cittadini e ai turisti di rispettare le norme di distanziamento sociale, anche fuori dai locali pubblici e non solo all’interno. Ricordo quanto sia indispensabile rispettare tali norme per l’intera comunità, una nuova chiusura proprio ora che ci apprestiamo ad avviare la stagione turistica, sarebbe drammatica per la nostra città. Spero nel buon senso di tutti, nei prossimi giorni comunicheremo nuove decisioni in tal senso.”