Una bomba della II Guerra Mondiale (foto di repertorio shutterstock)

Previste per la seconda metà di giugno le operazioni di brillamento che saranno eseguite dagli artificieri della Folgore

Nel territorio del comune di Lugo è stato rinvenuto, nel corso di lavori agricoli, un ordigno
residuato bellico risalente alla Seconda guerra mondiale.

L’ordigno – una bomba d’aereo di produzione statunitense – è già stato posto in sicurezza ed è vigilato da parte delle Forze di polizia.
Per consentire le operazioni di rimozione dell’ordigno sarà necessario evacuare l’area nel raggio di 700 metri dal punto in cui è collocato l’ordigno e per tutta la durata delle operazioni (circa 4 ore). L’ordigno sarà poi fatto brillare in una cava fuori dall’abitato.
Le operazioni si svolgeranno presumibilmente nel mese di giugno e saranno preventivamente
comunicate alla popolazione e alle aziende presenti in sito, con le istruzioni necessarie per
lasciare libera la zona d’incidenza.
Le operazioni di disinnesco e brillamento, affidate agli artificieri dell’8° Reggimento Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago (Vr), saranno coordinate dalla Prefettura di Ravenna e vedranno coinvolti, in particolare, i Comuni di Lugo e Sant’Agata sul Santerno, l’Unione dei Comuni della Bassa Romagna, le Forze di polizia, il Comando provinciale dei Vigili del fuoco e la Croce Rossa Italiana.