Carabinieri (foto di repertorio)

L’intervento dei Carabinieri nei pressi di un noto bar, poi la perquisizione e il sequestro di 225 grammi di marijuana

Nel pomeriggio di ieri, venerdì 12 giugno, nell’ambito delle attività svolte per il contrasto dello spaccio di sostanze stupefacenti, i Carabinieri della Compagnia di Ravenna hanno arrestato un altro pusher.

I militari della Stazione Carabinieri di Marina di Ravenna hanno ancora una volta portato a termine un’attività di indagine emersa dai servizi mirati alla lotta alla vendita di droga, con particolare attenzione alle fasce più giovani della popolazione, nella nota località turistica.

Nel corso dei normali controlli sono stati notati movimenti sospetti di giovani nei pressi del porto turistico “Marinara” ed pertanto è stato predisposto un servizio di osservazione.

Acquisiti gli elementi necessari per l’individuazione dello spacciatore, che molto probabilmente utilizzava un’imbarcazione quale base logistica per lo smercio della marjuana, gli operanti sono passati all’azione identificando il ragazzo classe 2000, originario del ferrarese, nei pressi di un noto bar, probabilmente in attesa di clienti.

Sottoposto a controllo personale poi esteso al natante, a carico dell’uomo sono stati ritrovati due involucri contenenti marijuana per un totale di circa 225 grammi, con il materiale necessario a confezionamento delle singole dosi da immettere nel mercato (almeno 400), nonché una somma di denaro, per un totale di 110 euro, in vari tagli di cartamoneta, ritenuta frutto dell’attività di spaccio.

Il giovane è stato quindi tratto in arresto per detenzione a scopo di spaccio di sostanze stupefacenti e, processato con rito direttissimo nella mattinata odierna, presso il Tribunale di Ravenna ha patteggiato a 2 anni di reclusione e 3300 euro di multa con sospensione condizionale della pena.