Un uomo all'interno di un autobus (foto di repertorio)

Nuove disposizioni anche per ippodromi, piscine e solarium

Da ieri, sabato 27 giugno 2020, i posti a sedere su bus e treni regionali e locali possono essere tutti occupati, al 100%.  Lo prevede l’allegata nuova ordinanza firmata venerdì dal presidente della Regione, Stefano Bonaccini, che indica le nuove misure per il trasporto pubblico locale, insieme alle linee guida per gli ippodromi e ad alcune precisazioni sull’uso delle piscine e solarium. 

In particolare, sui mezzi pubblici si può derogare all’obbligo del distanziamento interpersonale di 1 metro ma restano l’uso della mascherina per tutti i passeggeri e una adeguata igienizzazione delle mani o, in alternativa, l’uso dei guanti, oltre ad alcune misure specifiche. A partire dall’informazione adeguata sulle norme igienico-comportamentali da adottare e il divieto di usare i mezzi in presenza di segni/sintomi di infezioni respiratorie acute (es. febbre, tosse, difficoltà respiratoria). 

E poi entrata e uscita dei mezzi restano separate e va garantito il ricambio dell’aria in modo costante, attraverso gli impianti di condizionamento e mediante l’apertura prolungata delle porte esterne nelle soste, con pulizia a impianto fermo, dei filtri dell’aria di ricircolo. 

Va inoltre prevista una pulizia periodica e una disinfezione dei mezzi con particolare riferimento alle superfici toccate più di frequente e ai servizi igienici, come previsto dal protocollo del ministero della Salute e dell’Istituto Superiore di Sanità. 

Ippodromi

Per quanto riguarda gli ippodromi, in sostanza, valgono le disposizioni già indicate per le altre attività come, ad esempio, quelle turistiche, per gli spettacoli e di intrattenimento. Informazioni dettagliate per gli utenti, mantenimento di 1 metro di distanza interpersonale (ad eccezione dei componenti dello stesso nucleo familiari o conviventi), con percorsi, dove possibile, separati per entrata e uscita, evitando rigorosamente gli assembramenti; mascherina obbligatoria per tutti nei luoghi chiusi; adozione di sistemi di prenotazione, pagamento tickets e moduli preferibilmente online, con, se possibile e nel rispetto della privacy, registro delle presenza da conservare per almeno 14 giorni, pulizia e ricambio d’aria frequente, le indicazioni generali. 

Vasche e aree solarium

Infine, per quanto riguarda le vasche e aree solarium, la densità di affollamento nelle vasche dove si può nuotare, è calcolata con un indice di 7 mq di superficie di acqua a persona, qualora invece non sia consentita l’attività natatoria, è sufficiente calcolare un indice di 4 mq di superficie di acqua a persona. Per le aree solarium e verdi deve essere calcolato l’indice di superficie di calpestio a persona coerente con l’indice di densità affollamento in vasca Spetta al gestore calcolare e gestire le entrate dei frequentatori nell’impianto.