Polizia locale (foto di repertorio)

114 le ore di attività svolte all’OASI di Milano Marittima per misure contenimento pandemia

Intensa l’attività della Polizia Locale nello scorso fine settimana sul fronte dei controlli generali e di quelli specifici sulle misure adottate per il coronavirus.

In totale, nei tre giorni, da venerdì 26 a domenica 28 giugno, sono stati impegnati 56 agenti della Polizia Locale per interventi di Polizia Stradale, abusivismo commerciale e controlli misure per il contenimento pandemia.

Su quest’ultimo versante, sono state controllate 270 attività commerciali; 66 le ore di controllo degli arenili, 114 le ore di attività svolte nell’oasi di Milano Marittima, che hanno impiegato 19 operatori. Sono stati emessi 4 verbali per vendita alcol, 1 per mancanza informazione e prodotti per la sanificazione, 4 per oltraggio al decoro. Controllata l’apertura di 1 discoteca per protocolli Covid.

Numerose anche le attività della Polizia stradale, che tra le altre cose ha controllato 46 veicoli, elevato 51 sanzioni, risposto a 133 richieste di intervento, gestito 7 incidenti stradali. Inoltre, tra i vari interventi, ne sono stati registrati 4 per persone in stato di ubriachezza, 1 per atti vandalici e schiamazzi, 1 per aggressione.

Il sindaco Massimo Medri ha dichiarato: “Ringrazio le varie Forze dell’ordine e la nostra Polizia Locale che stanno facendo sforzi enormi, e anche le attività che si stanno dimostrando rispettose delle regole e indicazioni previste per la salute e la sicurezza. Abbiamo cercato anche di dare una stretta contro lo sballo indisciplinato, che sta dando i suoi frutti, e credo che l’idea di un divertimento sano sia sempre più apprezzata. Vogliamo avere un centro di Milano Marittima con proposte nuove, diverse e di più alta qualità. Purtroppo in questa fase di riapertura è particolarmente difficile gestire tutte le situazioni, soprattutto in zone di forte afflusso e quando si concentrano assembramenti di persone e di giovani. Bisognerebbe che prevalesse il senso civico di ogni cittadino. Noi continueremo a mantenere costante la vigilanza e interverremo anche con misure drastiche in caso di veri e propri reati con particolari misure restrittive”.