Foto di gruppo Anc Sert

Mostrato il funzionamento dell’etilometro IBlow 10

Ieri sera, nella sede dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Via Gradenigo il Dott. Giovanni Greco, direttore Servizio dipendenze patologiche di Ravenna, la psicoterapeuta Sara Sternini responsabile del Servizio “Sicuramente al mare” ed Elisabetta Fanti, socia e psicoterapeuta del gruppo di volontariato hanno fornito a 35 volontari testimonianze, suggerimenti pratici e la condotta per relazionarsi con persone in stato di ebbrezza o sotto l’effetto degli stupefacenti in maniera efficace.

Durante il corso della serata sono state illustrate le varie tipologie di sostanze e la distinzione tra uso, abuso e dipendenza, approfonditi gli effetti di alcol e droghe in base al consumo e forniti ai volontari suggerimenti ed indicazioni per meglio interagire con persone in alterato stato di coscienza. Tra gli aspetti principali si è sottolineata l’importanza di approcciarsi in modo non giudicante e di “vedere la persona oltre la sostanza”.

E’ stato inoltre mostrato il funzionamento dell’etilometroIBlow 10, un precursore per forze di polizia, con la nuova tecnologia dei sensori a cella elettrochimica suracell, di alta qualità per controllare la concentrazione di alcool nel sangue della persona velocemente e con precisione: ± 5% a 1.00g/l, acquistato di recente all’Anc per meglio effettuare le prossime campagne anti alcol.

I 35 volontari ANC con gli operatori del SERT interagiremo per la prevenzione della guida in stato di ebbrezza a Marina di Ravenna durante le serate della NOTTE ROSA e il venerdì e sabato sera del periodo estivo.

Nella circostanza il Presidente ANC di Ravenna Isidoro Mimmi, ha portato il saluto del Vice Sindaco Eugenio Fusignani ai partecipanti alla riunione ed ha ringraziato il Dottor Greco e la Dott.ssa Sternini per la vicinanza e la fattiva collaborazione fornita all’Associazione Nazionale Carabinieri, mettendo a disposizione dei volontari le proprie competenze.

Secondo il Presidente Mimmi, l’incontro si inserisce nell’ambito di un progetto più ampio di formazione per gli operatori volontari di sicurezza partecipata ed è il frutto della collaborazione tra l’associazione Nazionale Carabinieri, il Comando Polizia Locale e SERT.

Partirà a fine settembre 2020, il quinto corso di formazione per i nuovi soci volontari dell’Associazione Nazionale Carabinieri, che potranno essere Carabinieri in congedo con collaudata esperienza, ma anche semplici cittadini maggiorenni.

Il corso durerà un mese circa e si articolerà in tre lezioni settimanali e verterà su leggi e ordinamento del volontariato, primo soccorso, psicologia dell’emergenza, concetto di sicurezza urbana nel territorio; elementi fondamentali di diritto amministrativo, penale (studio delle fattispecie di reato più consuete che possono interessare i luoghi, oggetto di intervento da parte dei volontari), procedura penale, Codice della Strada; diritti fondamentali dei cittadini, il ruolo della polizia in uno stato democratico, il ruolo specifico dei volontari.

Dopo il corso di formazione i volontari ANC inizieranno, in modo personale, spontaneo e gratuito, a beneficio della cittadinanza ravennate, l’attività di osservatore per la sicurezza: saranno impegnati davanti alle scuole, in eventi e manifestazioni ma anche in “attività di pattugliamento” del centro città allo scopo di realizzare una presenza attiva sul territorio, aggiuntiva e non sostitutiva rispetto a quella ordinariamente garantita dalle Forze di Polizia.

Per maggiori informazioni recarsi presso gli uffici dell’Associazione Nazionale Carabinieri, in Via Gradenigo 12, dal lunedì al venerdì dalle 15:30 alle 18:00 o telefonare al n. 3338882117 o, ancora, attraverso il sito internet www.anc-ravenna.it dove è possibile visionare le attività e scaricare il modulo di iscrizione all’ANC come volontario.