Carabinieri (foto di repertorio)

Ricoverata in Rems.

I Carabinieri della Compagnia di Cervia – Milano Marittima hanno eseguito un’ordinanza di applicazione provvisoria della misura di sicurezza di ricovero in REMS, nei confronti di una cittadina cinese di circa 60 anni.

Nella giornata di sabato, i militari di Cervia hanno rintracciato la donna sul suolo cervese e, dopo averlo bloccata, l’hanno accompagnata presso l’ospedale di Ravenna in attesa del trasferimento in una residenza per l’esecuzione della misura di sicurezza. Nei confronti dello stessa è stata notificata un’ordinanza emessa dal Gip di Ravenna.

Le indagini, condotte dalla Stazione Carabinieri di Cervia hanno fatto luce su una serie di danneggiamenti avvenuti tra il mese di ottobre 2019 e quello di maggio 2020.

Nello specifico, in questo periodo, l’indagata avrebbe danneggiato, mediante un punteruolo, più di 20 autovetture parcheggiate su tutto il territorio cervese sulla pubblica via, a volte operando solo dei graffi al veicolo altre volte incidendo parole.

Non solo. Nelle mire della donna, affetta da alcuni problemi psichiatrici, c’era anche un chiosco di piadina, varie volte oggetto delle sue azioni che compiva con lo stesso arnese tagliando la tenda esterna.

I sospetti, sin dall’inizio, si erano concentrati sull’odierna indagata. Ma è stato anche grazie alla visione dei filmati, posti nelle vicinanze dei luoghi ove erano parcheggiate le auto in sosta, che il personale dell’Arma è addivenuto all’identificazione della danneggiatrice seriale.