Due agenti della Guardia di Finanza con il cane antidroga Bac e la marijuana sequestrata

20enne arrestato dalla Guardia di Finanza

Nella giornata di ieri le Fiamme Gialle ravennati, nell’ambito delle quotidiane attività di pattugliamento del territorio urbano, hanno individuato e sottoposto a controllo un soggetto di origini nigeriane che trasportava al seguito oltre 250 grammi di droga.

In particolare, i finanzieri della Squadra Cinofili della 1ª Compagnia di Ravenna, nel corso dei controlli mirati ai passeggeri in arrivo alla stazione ferroviaria, dopo l’inequivocabile segnalazione del cane antidroga “BAC”, fermavano e ispezionavano un soggetto appena sceso dal treno in arrivo da Bologna, rinvenendo, occultati all’interno di un marsupio, ben di 255 grammi di marijuana.

Pertanto, i militari operanti procedevano immediatamente all’arresto del soggetto, un ventenne domiciliato in Casalecchio di Reno (BO), convalidato dall’Autorità Giudiziaria che contestualmente ne disponeva il giudizio per direttissima. A seguito dell’udienza tenutasi questa mattina, lo spacciatore è stato quindi condannato ad un anno di reclusione (pena sospesa) ed al pagamento di 1200 euro di multa.

Quest’ultimo sequestro testimonia ulteriormente l’impegno delle Fiamme Gialle nell’attività di controllo del territorio cittadino e, nello specifico, nel contrasto al traffico di sostanze stupefacenti, al fine di prevenire l’immissione sul mercato locale di considerevoli quantitativi di droga, fonte di ingenti guadagni illeciti per le organizzazioni criminali.