“Post che brutalizzano chi vive di sacrifici e diritti negati pur di salvaguardare la collettività”, spiega il Sindacato

Il Nuovo Sindacato Carabinieri Emilia Romagna ritorna a Piacenza e denuncia alla Procura della Repubblica gli atti di vandalismo mediatico in atto sul web contro i Carabinieri piacentini.

“Uno stillicidio di commenti volgari, un degrado mediatico che ha prevalso i limiti della ironia – spiega l’NSC -. Post che brutalizzano chi vive di sacrifici e diritti negati pur di salvaguardare la collettività. NSC ha presentato e monitorerà, senza remore o timori reverenziali la pagina “Istituzionale” del Comando Provinciale di Piacenza. La pagina web gestita da Google per intenderci, quella dove chiunque può lasciare giudizi alla pari di chi in vacanza giudica ristoranti e alberghi. La frontiera della decenza è oramai superata e NSC chiede con forza l’intervento delle Autorità politiche nazionali affinché prevedano una commissione d’inchiesta sui fatti Piacentini. Noi intravediamo grandi responsabilità, in tutti i settori della Pubblica Amministrazione e della Giustizia”.

La stringa incriminata