Il bosco di monte Battaglia in fiamme

Dal pomeriggio di domenica un vasto incendio sta interessando una vasta area tra il ravennate e il bolognese

Sono circa 60 gli ettari di bosco che tra ieri pomeriggio e la nottata sono andati in cenere nel’Appennino faentino. L’allarme è scattato attorno alle 16 di domenica 23 agosto. Ad andare in fiamme il bosco ai piedi di Monte Battaglia, nel comune di Casola Valsenio, lungo la strada che congiunge il paese collinare con Fontanelice, nell’imolese, tra le località di Chiesuola di San Ruffillo e il passo del Corso. Alimentato dal gran caldo e dal vento che ha iniziato a spirare l’incendio, le cui cause sono al vaglio dei tecnici dei vigili del fuoco, un imponente incendio si è sviluppato. Ad avvisare i vigili del fuoco alcuni residenti della zona che hanno iniziato a vedere una colonna di fumo visibile a chilometri di distanza. Sul posto sono arrivate moltissimi mezzi dei pompieri che hanno iniziato a intervenire dal basso. Vista la situazione e la velocità di propagazione delle fiamme è stato chiamato il ‘Drago’, elicottero dei vigili del fuioco che prelevando acqua da un invaso poco distante ha fatto la spola per circa due ore gettando acqua sulle fiamme. Con l’arrivo del buio sono state sospese le operazioni di spegnimento dall’alto ma le squadre a terra hanno continuato a lavorare tutta la notte per tentare di arginare la propagazione dell’incendio. Nei versanti del monte solo un paio le abitazioni che si trovano nelle vicinanze e cui residenti sono stati fatti spostare anche se al momento le costruzioni non sono in pericolo. Per impedire che le operazioni dei pompieri vadano avanti in sicurezza e i curiosi si avvicinino alla zona forze dell’ordine e polizia locale ha bloccato gli accessi all’area interessata dall’incendio.