I mezzi sono stati acquistati con il generoso contributo del Sig. Roberto Alsini, titolare del Consorzio Metallurgico R.E.K. di Ravenna

Questa mattina, venerdì 4 settembre, in Piazza del Popolo a Ravenna, sono stati presentati ufficialmente i due scooter elettrici, marca Super Soco, modello CPx (2020), equivalente ad un 125cc., categoria ruote alte, motore elettrico con batteria da 60V45Ah, con autonomia di circa 140 Km e tempo di ricarica 3,5 ore a 60 Volt/15 Ah, acquistati dall’Associazione Nazionale Carabinieri di Ravenna dall’importatore Vmoto Soco Italy S.r.l. di Milano con il generoso contributo del Sig. Roberto Alsini, titolare del Consorzio Metallurgico R.E.K. di Ravenna, attivo nella carpenteria meccanica, metallica, installazione e montaggio e saldatura di impianti industriali e tubazioni in genere e con una parte della convenzione in essere col Comune di Ravenna per servizi di sicurezza a supporto della Polizia Locale.

Presenti i volontari dell’ANC con il Presidente Isidoro Mimmi, il Vice Sindaco e assessore alla sicurezza Eugenio Fusignani, il Comandante della Polizia Municipale, Dott. Andrea Giacomini, e i signori Alessandro Taglioretti, direttore commerciale della Vmoto Soco e Roberto Alsini, titolare del Consorzio Metallurgico R.E.K.

I due scooter saranno usati ai lidi ravennati e in città, dove una sessantina di volontari ANC, da circa cinque anni, operano sempre in stretta collaborazione e coordinamento con le istituzioni in un’ottica di sicurezza partecipata svolgendo, prima di tutto, attività orientata all’ ascolto e all’informazione dei cittadini, ma anche di supporto alle forze nell’ordine nella gestione di eventi e manifestazioni di rilevanza locale e nazionale, di prevenzione e dissuasione di condotte potenzialmente illecite. “Più semplicemente – riferisce il Presidente Mimmi – capita spesso anche di fornire indicazioni a turisti in visita alla città o di fornire delucidazioni in merito alle ordinanze nazionali e locali vigenti. I volontari sono infatti persone che hanno uno stretto legame con il territorio, lo conoscono molto bene. Durante il periodo immediatamente successivo alla fine del lockdown, ad esempio, è capitato di incontrare molte persone, soprattutto anziane, che dopo il lungo isolamento avevano una grandissima necessità di parlare ed interagire con altre persone e spesso si fermavano a dialogare del più e del meno con noi volontari. Anche solo sapere di aver speso qualche minuto del nostro tempo in questo modo ci dava la sensazione di aver compiuto una buona e utile azione per la cittadinanza. La nostra è quindi un’attività ulteriore e mai sostituiva rispetto a quella svolta dalle forze dell’ordine, con le quali ormai da anni si realizza una fattiva collaborazione. I volontari ANC si possono definire “osservatori per la sicurezza”, persone che prima di tutto sposano i valori etici e sociali dell’Arma dei Carabinieri, ovviamente fatti propri dall’associazione, e (anche se già Carabinieri) che previa frequentazione di corsi di preparazione tenuti da esperti qualificati, mettono a disposizione dei concittadini parte del proprio tempo in maniera del tutto spontanea e gratuita per aumentare il livello di sicurezza percepita. La più grande soddisfazione per noi volontari è quella di veder apprezzato e riconosciuto il nostro impegno tramite i frequenti ringraziamenti che ci pervengono dagli stessi cittadini e dalle istituzioni”.

“Sottolineo ancora una volta l’importanza della collaborazione in essere con la Associazione Nazionale Carabinieri – ha dichiarato il vicesindaco Eugenio Fusignani -, per la quale ringrazio ogni singolo volontario a partire dal Presidente, S.Ten. Isidoro Mimmi sempre disponibile con puntuale ed efficace organizzazione nel mettere l’associazione al servizio della comunità. Infatti, l’utilità dell’azione che svolgono i volontari dell’ANC si concretizza in una vera e propria attività di supporto, ancor più perché volontaria, all’azione della nostra Polizia Locale per monitorare situazioni critiche e quindi contribuire a innalzare i livelli di sicurezza sul territorio. Non dimentico in questo senso il lavoro prezioso che ANC ha svolto anche in contesti di valenza turistica, a partire da Lido di Dante.  Oggi quest’azione si completa con l’aggiunta dei due nuovi scooter completamente elettrici che renderanno ancor più pronti ed incisivi i servizi di volontariato, con dei veicoli di ultima generazione, non inquinanti che, soprattutto nel centro cittadino, consentiranno risposte più efficaci alle esigenze di servizio alla comunità, in maniera tempestiva e sostenibile. Torno a ribadire che, per questa Amministrazione, garantire la sicurezza resta un impegno sul quale non si abbasserà la guardia. Per questo, il lavoro prezioso di volontari con elevato grado di professionalità come quelli di ANC, consente agli agenti di polizia municipale di potersi dedicare in maggior numero e con maggiore intensità ad azioni più stringenti sul versante del contrasto dei fenomeni di illegalità e degrado che alterano il decoro della città e la percezione di sicurezza dei cittadini.”

Il Presidente Isidoro Mimmi a nome di tutta l’ANC e di tutti i volontari ha ringraziato i signori Roberto Alsini e Alessandro Taglioretti per la sensibilità e vicinanza dimostrata.

“Gli scooter elettrici acquistati da quest’Associazione aprono un capitolo nuovo nella mobilità elettrica, hanno prestazioni e autonomia analoghe a quelle di un 125 a motore termico ma con tutti i vantaggi di silenziosità, emissioni zero e… immunità dai limiti alla circolazione grazie alla propulsione 100% elettrica. Dalle forme innovative conservano un aspetto amichevole, familiare e sono una primizia per Ravenna e l’utilizzo da parte dei volontari dell’ANC.”

“Con l’autovettura Seat di servizio, i due scooter e due bici elettriche di recente acquisizione – ha aggiunto Mimmi – acquistiamo una maggiore autonomia e mobilità e saremo in grado di svolgere servizi ai lidi e rispondere velocemente alle richieste dei cittadini.”