Il percorso della nuova pista ciclabile
Il percorso della nuova pista ciclabile

Il percorso è lungo oltre 1 km dal Centro Visite Saline fino all’hotel Ficocle

Lunedì 14 settembre partono i lavori di costruzione della pista ciclabile che parte dalla Bova dal Centro visite saline e arriva all’hotel Ficocle.

Il lavori dell’importo di 91.000 euro saranno eseguiti dalla Soc Coop. Agr. DeltaAmbiente e il progetto è stato redatto dalla Geaprogetti di Venturini Loris e C. s.a.s di Cervia.

L’intervento si inserisce nella programmazione riguardante la “Realizzazione piste e collegamenti ciclabili – Compendio saline e ciclovie per la valorizzazione turistica”.

Il percorso è lungo 1.060 m circa e parte da via Bova, dove ci sono importanti punti attrattivi quali il Centro Visite Saline e la Torretta Esagonale, fino al sito “Ficocle” dove era presente il nucleo di  “Cervia Vecchia”.

Il punto di inizio permette la connessione con il centro abitato di Cervia attraverso il sottopasso ciclopedonale di via Bova presso la SS16 Adriatica, mentre il punto terminale permette la connessione con la viabilità di via Madonna della Neve e a seguire con le strade del forese e l’abitato di Villa Inferno.

Il tracciato percorre internamente il bacino delle Saline di Cervia all’interno del Parco Regionale del Delta del Po, dove emergono gli aspetti storici e ambientali legati alla città del sale.

E’ un itinerario di interesse storico naturalistico in cui si può vedere un  impianto di sollevamento delle acque di produzione del sale,  la suggestiva “via delle tamerici”,  punti di avvistamento ed una torretta di osservazione per il birdwatching.

Nei tratti di attraversamento sono posizionate delle staccionate di delimitazione in castagno ed è previsto  il ripristino delle stuoie in canna nelle strutture in legno di osservazione dell’avifauna.

Per il tracciato si è deciso di utilizzare un fondo in calcestre con misto stabilizzato per fondazione stradale con legante naturale.

Verrà posta  la segnaletica e la cartellonistica informativa indicante le distanze, le direzioni, le caratteristiche del luogo e l’illustrazione del percorso sia sotto il profilo ambientale che culturale.

L’assessore Enrico Mazzolani ha dichiarato: “Il percorso è di indubbio interesse e attrazione naturalistica in quanto collega il Centro Visite all’area centrale delle Saline ed è particolarmente interessante per promuovere anche il turismo ambientale di qualità da sviluppare in un ambito di pregio paesaggistico come quello della Salina. Questo lavoro fa parte del progetto più ampio del masterplan delle ciclovie che metterà in rete tutto il territorio, valorizzando e incentivando la mobilità sostenibile”.