Il prof. Garattini al Rotary Club Ravenna

Il Rotary Club Ravenna ha conferito all’illustre scienziato la massima onorificenza rotariana, il PHF.

Sono sicuro che molti no-vax si metteranno in fila per questo vaccino ha detto il prof. Silvio Garattini, Fondatore e Presidente dell’ IRCCS “Mario Negri”, già – fra i molti altri ruoli – Presidente dell’Agenzia Italiana del Farmaco, nel corso di un incontro organizzato dal Rotary Club Ravenna con gli altri Rotary della Romagna.

L’illustre scienziato ha fatto una breve disanima di alcuni comportamenti: “già a novembre scorso, a Milano, il virus si trovava nei liquidi fognari; e nella bergamasca un numero anomalo di forme strane di polmonite, con caratteristiche diverse dalle ordinarie, erano campanelli di allarme che ora sapremo prendere in maggior considerazione. Inoltre probabilmente abbiamo fatto molti morti con l’uso di farmaci antivirali tossici, quali la clorochina e l’idrossiclorochina, …anche se c’è qualcuno che ci crede.”

Il professore ha inoltre detto che “Ora nel mondo ci sono più di 190 gruppi che stanno sviluppando il vaccino, e al di là delle pressioni politiche, fra tre mesi sapremo le cose che dobbiamo sapere sui vaccini ora in test, dalla percentuale e dalla durata della protezione, agli effetti collaterali.

In effetti siamo ancora in uno stato di scarse conoscenze e in questo quadro è consigliabile vaccinarsi per l’influenza almeno per tutti coloro che hanno fattori di rischio”.

In conclusione della utile serata di grande informazione scientifica, il Rotary Club Ravenna ha conferito al prof. Garattini la massima onorificenza rotariana, il PHF.

Breve profilo del prof. Silvio Garattini

Silvio Garattini è nato a Bergamo il 12/11/1928.

Laureato in Medicina e Chirurgia, libera docenza in Farmacologia e Chemioterapia, Fondatore e Direttore dell’IRCCS Istituto di Ricerche Farmacologiche Mario Negri dal 1961. Dal giugno 2018, è Presidente del Consiglio di Amministrazione dell’Istituto.

Autore di molte centinaia di lavori scientifici pubblicati in riviste nazionali ed internazionali e di numerosi volumi nel campo della farmacologia, è tra i Fondatori dell’European Organization for Research on Treatment of Cancer (EORTC).

Attualmente è membro del Comitato Nazionale per la Bioetica e della Commissione Ethics del CNR.

Tra i numerosi premi e le onorificenze ricevute: Legion d’Onore della Repubblica Francese per meriti scientifici, titolo di Grande Ufficiale della Repubblica Italiana, Medaglia d’Oro al Merito della Sanità Pubblica conferita dal Ministro della Salute, titolo di Cavaliere di Gran Croce conferita dal Presidente del Consiglio; Lauree Honoris Causa dalle Università di Bialystok (Polonia), di Barcellona (Spagna) e di Milano.