Basket Ravenna
ORASI’ BASKET RAVENNA - UNIEURO FORLI’.

La cronaca della partita

L’OraSì Ravenna perde nel finale la prima partita del girone bianco di Supercoppa ma ritrova (in parte) il suo pubblico. Al Pala Costa passa Forlì 73-77 nel primo incontro ufficiale dopo sette mesi e mezzo di stop, davanti a 200 spettatori che se non rappresentano la cornice consueta per un derby, sono comunque un piccolo passo verso il ritorno alla normalità. Il primo derby della stagione è stata una gara vivace ed equilibrata, con le squadre alla ricerca della forma migliore ma già dotate di una certa aggressività. Per l’OraSì in evidenza James, autore di 23 punti.

La cronaca

L’OraSì scende in campo Denegri, James, Oxilia, Givens e Simioni; Forlì risponde con Rush, Natali, Rodriguez, Roderick e Landi.
Il primo canestro del derby è di Ra’Shad James, che ne mette 7 nei primi 3 minuti e porta avanti Ravenna 10-2. Canestro di Oxilia per il 15-8, time out Dell’Agnello, poi Forlì torna sotto (15-12) ed è coach Cancellieri a chiedere il minuto di sospensione. Un sottomano di Roderick, uno di Cinciarini e la tripla di Roderick sulla sirena chiudono il parziale sul 19-21.
Nel secondo quarto si lotta ancora su ogni palla, il terreno di Alberto Chiumenti che riporta avanti l’OraSì (28-27). Prima Cinciarini poi cinque punti consecutivi di Oxilia valgono il 39-31 e stavolta è Denegri sulla sirena a fissare il punteggio sul 41-36 all’intervallo lungo.
Ravenna torna sul parquet con lo stesso quintetto di partenza, Forlì sceglie Rush, Roderick, Campori, Bruttini e Landi. Simioni da tre e
Denegri in contropiede portano Ravenna sul 46-36. Cinque punti di Landi riportano sotto Forlì ma l’OraSì morde in difesa e resta avanti e con Oxilia arriva al massimo vantaggio (55-41) prima delle triple di Rush e Natali. Un gioco da tre punti di Chiumenti e i liberi di Bruttini chiudono il terzo parziale sul 58-50.
Ultimo quarto con Forlì che parte bene e si riporta ad un solo possesso con Rush (59-56), prima che una magia di James riaccenda il Pala Costa (64-57). Poi è il turno di Roderick che con cinque punti consecutivi impatta a quota 66. Dopo Chiumenti esce anche Cinciarini per falli e Forlì passa con Landi, poi il solito James riporta avanti Ravenna (69-68). Ultimi tre minuti con diversi errori ma di grande agonismo e il pubblico partecipa con calore all’incertezza del match. Ancora James per Ravenna, Landi pareggia dall’arco (71-71) e Roderick dalla lunetta firma il sorpasso ospite. L’OraSì non gestisce al meglio il possesso e ricorre al fallo sistematico su Landi che fa 2/2 ai liberi (71-75). Denegri segna il 73-75 a 8 secondi dalla fine, ma è Landi a chiuderla dalla lunetta (73-77). Per l’OraSì arrivano comunque gli applausi del suo popolo.

Coach Cancellieri: “Rimettere i piedi sul parquet per una gara che metteva in palio qualcosa, ritrovando un avversario e il pubblico era la cosa più importante. Poi infastidisce e dispiace per come è finita, ma abbiamo finalmente ritrovato i valori e la passione che ci spingono a fare questo sport. E’ stata una partita molto combattuta, abbiamo tenuto bene il campo per 30 minuti e nel finale è uscita l’energia di Forlì. Siamo una squadra che deve trovare solidità in tutti i suoi elementi, dobbiamo avere pazienza”

OraSì Ravenna-Unieuro Forlì 73-77
Parziali: 19-21, 22-15, 17-14, 15-27
OraSì Ravenna: Cinciarini 8, Chiumenti 10, James 23, Guidi NE, Denegri 9, Vavoli, Venuto, Maspero 5, OXilia 9, Simioni 3, Buscaroli NE, Givens 6. All. Cancellieri.
Unieuro Forlì: Bruttini 9, Natali 5, Rodriguez 13, Roderick 16, Landi 14, Dilas, Campori 2, Babacar, Rush 14, Bolpin 4, Giachetti NE. All. Dell’Agnello.
Arbitri: Tirozzi, Terranova, Tallon