Proliferano le iniziative nel nome del Poeta

La Notte d’Oro ravennate diventa la Notte per Dante. Il 17 ottobre tanti eventi caratterizzeranno la città nel segno del Poeta, di cui ricorre nel 2021 il 700esimo anniversario della morte. Insomma, il lungo anno celebrativo è pienamente iniziato. Tutto bene, ma forse occorre fare attenzione all’ “effetto saturazione” che, in generale, un cartellone troppo ricco può paradossalmente produrre. Al di là delle iniziative culturali, potrebbe risultare non sempre così indicato “targettizzare” ogni manifestazione con il “logo” del Poeta. Il rischio è la futura proliferazione di eventi “danteschi” che con Dante hanno poco o nulla a che fare. La memoria di una figura chiave per la storia della cultura finirebbe così per banalizzarsi e perdersi nell’“alto mare” delle proposte.