Paolo Passanti

“Con la sua presidenza l’associazione cambiò passo, aprendosi all’esterno verso la città e il mondo della cultura”.

Confindustria Romagna e la delegazione ravennate dell’associazione esprimono profondo cordoglio per la morte dell’imprenditore Paolo Passanti, presidente di Confindustria Ravenna dal 1985 al 1992 e successivamente impegnato a livello associativo con la presidenza regionale e la vicepresidenza nazionale, in anni cruciali per la crescita e lo sviluppo del territorio e di tutto il Paese.

Uomo di dialogo, intuì i cambiamenti del periodo e con la sua presidenza l’associazione cambiò passo, aprendosi all’esterno verso la città e il mondo della cultura.

Abbinava intuito industriale a sensibilità istituzionale, allacciando relazioni e collaborazioni sia con le amministrazioni locali sia con le organizzazioni esterne, che divennero primari interlocutori in un momento di grande fermento per il futuro della comunità ravennate.

Il suo impegno nell’associazione è proseguito fino all’ultimo, come componente del Comitato dei Garanti del premio Guidarello, a cui da oggi mancherà un contributo sempre valido, scrupoloso e appassionato.

Confindustria Romagna è vicina alla famiglia Passanti, a cui vanno le più sincere condoglianze a nome di tutti gli associati.