Mezzi della Polizia (foto Cineberg/Shutterstock.com)
Mezzi della Polizia (foto Cineberg/Shutterstock.com)

I fatti risalgono a giovedì sera, quando un ragazzo di origini marocchine con problemi psichici ha perso il controllo all’interno della Farmacia

Ha suscitato particolare scalpore nella zona del quartiere, ma fortunatamente si è concluso senza nessuna grave conseguenza un episodio avvenuto nella serata di giovedì alla Farmacia Comunale N.8 in via Fiume Abbandonato a Ravenna.

Un ragazzo di origini marocchine con problemi psichici si sarebbe introdotto all’interno della Farmacia e, in evidente stato di alterazione, avrebbe chiesto alcuni medicinali senza la prescrizione. In seguito al rifiuto da parte del personale sanitario, il giovane avrebbe cominciato a inveire e aggredire verbalmente lo stesso personale, supportato anche da un amico che nel frattempo era anch’egli entrato in Farmacia.

Con il passare del tempo la discussione sarebbe salita nei toni e il ragazzo avrebbe iniziato a prendersela anche con gli altri clienti, in quel momento una decina. Dopo una ventina di minuti di alterco, il ragazzo avrebbe anche cominciato a urlare frasi inquietanti come “Allah è grande” e, a quel punto, il personale della Farmacia ha deciso di contattare la Questura.

In pochi minuti la Polizia è intervenuta in forze, bloccando i due ragazzi che, nel frattempo, avevano cercato di allontanarsi dalla Farmacia.

Tanto spavento per gli avventori e per il personale, anche perché la vicenda è avvenuta solo poche ore dopo il grave attentato di Nizza, ma fortunatamente nessuna conseguenza.