Foto di repertorio shutterstock

I due, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, hanno tentato di opporre resistenza agli agenti

La Polizia di Stato ha arrestato un 27enne e un 41enne, entrambi cittadini marocchini domiciliati a Faenza, per i reati di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Nella serata di ieri, martedì 24 novembre, gli agenti della Sezione Volanti del Commissariato di P.S. di Faenza sono intervenuti in piazza del Popolo, presso l’esercizio commerciale DIAKA Market, dove poco prima due stranieri, di origine nordafricana, avrebbero minacciato il titolare del negozio facendosi consegnare delle bottiglie di liquore.

Sulla base delle informazioni raccolte e della descrizione fornita dalla parte offesa, gli agenti, dopo qualche minuto, hanno rintracciato nella vicina piazza San Domenico i due presunti responsabili della rapina che, alla vista dei poliziotti, hanno cercato maldestramente di nascondere le bottiglie di alcolici sottratte poco prima.

I due stranieri, identificati per il 41enne e il 27enne, entrambi di nazionalità marocchina, hanno opposto resistenza agli agenti che hanno richiesto l’ausilio di personale del N.O.R.M. dei Carabinieri di Faenza per il loro accompagnamento in ufficio.

I due extracomunitari, entrambi con precedenti per reati contro il patrimonio, una volta all’interno degli uffici del Commissariato di P.S. di Faenza hanno continuato a mantenere atteggiamento violento, danneggiando deliberatamente suppellettili e materiale d’uso.

I due sono stati dichiarati in arresto per i reati di rapina aggravata, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento, e trattenuti nelle camere di sicurezza del Commissariato di P.S. di Faenza a disposizione della Procura della Repubblica di Ravenna.

Nei confronti di uno dei due è stata inoltre contestata la violazione delle disposizioni di cui al D.P.C.M. del 3 novembre 2020, perché sprovvisto della prescritta mascherina a protezione delle vie respiratorie.