La droga sequestrata

I 40 panetti, per un valore di un milione di euro, erano occultati in un Tir, il cui conducente è stato fermato

Nei giorni scorsi la Squadra Mobile della Polizia di Stato di Piacenza in collaborazione con la Polizia Stradale di Modena Nord, la Squadra Mobile della Questura di Ravenna e l’Ufficio delle Dogane di Ravenna hanno sequestrato oltre 43 chilogrammi di cocaina purissima.

Nella serata di lunedì 14 dicembre gli agenti della Squadra Mobile della Polizia di Stato di Piacenza, impegnati nella repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno bloccato in autostrada con la Polizia Stradale di Modena Nord, all’altezza della provincia di Modena, un Tir sospetto e lo hanno sottoposto a perquisizione, che non ha rilevato nell’immediatezza l’occultamento di sostanze stupefacenti, a causa delle cattive condizioni di luminosità ed alla grandezza del mezzo.

E’ stata quindi richiesta la collaborazione dei funzionari ADM dell’Ufficio delle Dogane di Ravenna, dotato di apparecchiatura scanner a raggi X. Le attività di perquisizione si sono quindi spostate nella mattina successiva presso il porto di Ravenna, dove grazie alla sinergia, ormai sviluppata da anni tra Polizia di Stato e ADM, il Tir è stato sottoposto a scansione.

Gli accertamenti condotti, unitamente alla professionalità, esperienza e caparbietà degli investigatori hanno permesso di rinvenire un doppio fondo nel semirimorchio, dove è risultato occultato un cassetto in metallo, contenente 40 panetti di cocaina purissima per il peso complessivo di 43,716 kg e un valore superiore al milione di euro.

Il conducente del veicolo è stato sottoposto a fermo per detenzione ai fini di spaccio di stupefacenti e condotto nel carcere di Ravenna a disposizione della Procura della Repubblica, mentre la droga e il camion sono sequestrati.

La droga sequestrata