Violenza sulle donne (foto di repertorio)

La ragazza ha subito lesioni gravi giudicate guaribili con prognosi superiore ai 40 giorni, manette per un faentino

La Polizia di Stato ha arrestato un faentino, senza fissa dimora, per il reato di lesioni personali aggravate. Nella mattinata di mercoledì gli agenti della Volante del Commissariato di P.S. di Faenza hanno arrestato l’uomo che, al culmine di una accesa lite con la fidanzata, si sarebbe reso responsabile, nei confronti della ragazza, del reato di lesioni personali gravi giudicate guaribili con prognosi superiore ai 40 giorni.

In particolare la donna, in seguito al litigio e alle lesioni subite, si è rifugiata all’interno dell’appartamento di un vicino di casa da dove ha chiesto aiuto alla Polizia.

I poliziotti del Commissariato di P.S. di Faenza, sulla scorta di quanto appreso dalla vittima, hanno condotto il l’uomo -rintracciato all’interno dell’appartamento della vittima- negli uffici di via San Silvestro. Il faentino, in seguito agli accertamenti sulla vicenda -svolti dagli agenti del Commissariato e all’esito del referto medico rilasciato dal personale medico del Pronto Soccorso dell’Ospedale di Faenza- è stato dichiarato in arresto per il reato di lesioni personali aggravate.

Al termine delle formalità di legge è stato trasferito alla Casa Circondariale di Ravenna in attesa dell’udienza di convalida dell’arresto. Ieri mattina il Giudice Unico di Primo Grado, dopo aver convalidato l’arresto, ha concesso all’imputato i termini a difesa fissando la celebrazione dell’udienza al 3 febbraio 2021 disponendo però la misura cautelare del divieto di avvicinamento alla parte offesa.