Trovati in possesso di 3mila euro e di materiale da scasso, sono finiti in manette per il reato di furto aggravato in concorso

Nella mattinata di oggi, venerdì 8 gennaio, agenti della Squadra Mobile e della Sezione Volanti dell’Ufficio Prevenzione Generale Soccorso Pubblico della Questura di Ravenna hanno arrestato tre cittadini kosovari, un 23enne, un 22enne e un 21enne, perché ritenuti responsabili di un furto aggravato commesso ai danni di un supermercato Conad.

L’arresto si inquadra nell’ambito della sinergia operativa scaturita dagli esiti dell’attività di controllo del territorio -disposta dal Questore di Ravenna dr.ssa Loretta Bignardi e effettuata dalle Volanti della Questura di Ravenna- e gli approfondimenti investigativi condotti, in seguito a diversi furti commessi ai danni di punti vendita delle catene Conad e Coop, da qualche tempo dagli investigatori della Squadra Mobile nei confronti di alcuni cittadini di origine kosovara ritenuti coinvolti nell’attività predatoria.

In particolare stamane all’alba, all’esito dell’attività svolta e avuta contezza di un furto commesso ai danni di un supermercato Conad di Treviso, gli investigatori della Squadra Mobile e delle Volanti hanno proceduto a bloccare il veicolo su cui viaggiava il terzetto che, nell’immediatezza, sono stati trovati in possesso della somma di circa 3mila euro, in banconote di vario taglio e moneta, che ognuno dei tre aveva occultato sulla persona, oltre ad arnesi atti allo scasso ed altro materiale probatorio a supporto dell’attività investigativa svolta, riconducibili anche ad analoghi episodi delittuosi.