Un uomo indossa il passamontagna (foto di repertorio Shutterstock.com)
Un uomo indossa il passamontagna (foto di repertorio Shutterstock.com)

La banda sarebbe l’autrice di numerosi furti con scasso tra Romagna e Veneto.

Gratitudine e riconoscenza ai rappresentanti delle Istituzioni e delle Forze dell’Ordine che hanno fermato la cosiddetta “Banda dei Supermercati”, autrice di numerosi furti con scasso tra Romagna e Veneto. Questo il messaggio che la cooperativa di dettaglianti Commercianti Indipendenti Associati – Conad ha inviato ai Prefetti, ai Questori e ai Comandanti provinciali dei Carabinieri di Forlì e Ravenna.

Nella lettera si lodano la professionalità, l’eccellente operato e la sinergia di tutti coloro che hanno reso possibile l’arresto. In tal modo «è stato posto fine all’incresciosa e sistematica azione criminale di cui erano  oggetto diversi punti vendita, assicurando alla giustizia gli autori di tali reati», scrive l’amministratore delegato di CIA-Conad, Luca Panzavolta, a nome proprio e della comunità dei soci.

«In un momento storico costellato da molte incertezze — conclude Panzavolta — assume un valor ancor più pregnante il poter contare sulle istituzioni e sulla loro azione risolutiva nella tutela dei cittadini e delle loro attività professionali;  sentiamo dunque viva la necessità  di riconoscere chi, con il proprio instancabile impegno, ci ha fornito un inestimabile aiuto».

CIA-Conad ha inviato un ringraziamento anche al signor Andrea Galeotti dell’Agenzia Investigativa Intelligo, che ha fornito un concreto contributo alle indagini.