Il giovane sarebbe stato colpito da un mezzo di movimentazione poco dopo le 20 di ieri e sarebbe deceduto in Ospedale a Cesena

Tragedia nella serata di ieri, giovedì 14 gennaio, alla stazione di trasferimento rifiuti Hera di Cervia, dove, secondo le prime informazioni e per cause ancora in corso di accertamento, Christian Vernocchi, giovane operaio di 26 anni, come riportato dai sindacati dipendente di una ditta esterna a Hera (Ravenna Chimica, azienda del Gruppo Ciclat), sarebbe stato colpito da un mezzo di movimentazione.

Soccorso dai sanitari del 118 con Ambulanza e Auto medica e trasportato con codice di massima gravità al Bufalini di Cesena, il giovane purtroppo non ce l’ha fatta ed è morto in Ospedale. Sul posto anche i Carabinieri della Compagnia di Cervia-Milano Marittima, per i rilievi di legge e per indagare sulle cause del tragico incidente.

Il cordoglio del Sindaco di Cervia

“A nome personale, dell’Amministrazione comunale e dell’intera città di Cervia – scrive in una nota il Sindaco Massimo Medri – esprimo il più profondo cordoglio per la scomparsa di Christian Vernocchi, avvenuta in un incidente sul lavoro nella stazione di Hera a Cervia.

Ogni volta che avviene un simile evento siamo tutti sconfitti, perché in una società civile e avanzata non è ammissibile morire nell’adempimento del proprio dovere.

E’ un giorno di dolore che ci deve fare riflettere su come evitare questi incidenti, eliminando le cause che portano agli infortuni e alle morti.

La sicurezza sui luoghi di lavoro deve essere la priorità civile e sociale ed è un dovere morale di ognuno di noi tenere sempre alta l’attenzione su questo tema.

Confido che venga fatta luce il prima possibile sulla dinamica dei fatti e su quanto accaduto. La città di Cervia è vicina al dolore della famiglia”.