Il comunicato congiunto di Cgil, Cisl, Uil e Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti

I sindacati confederali e di categoria – Cgil, Cisl, Uil e Fp Cgil, Fit Cisl, Uil Trasporti – esprimono profondo cordoglio e si stringono attorno ai familiari di Christian Vernocchi che, giovedì sera, ha perso la vita in un incidente mortale avvenuto nella stazione di trasferenza di Hera Ambiente di Cervia. Il giovane stava svolgendo il suo lavoro per la ditta Ravenna Chimica, azienda del Gruppo Ciclat. Gli interrogativi che accompagnano la sua morte sono diversi, a partire dall’orario in cui è avvenuto l’incidente e dalle manovre che si stavano svolgendo nella stazione.

“Ci auguriamo che le indagini della magistratura possano fare piena luce sulla dinamica dell’incidente e su eventuali responsabilità – commentano i sindacati –.  Un giovane ha perso la vita e dovremo fare tutto il possibile affinché si chiarisca ogni aspetto dell’accaduto. Sono in corso richieste urgenti d’incontro con Hera Ambiente, proprietaria dell’area in cui si è verificato l’infortunio mortale, e Ravenna Chimica, azienda incaricata delle attività nella stazione di trasferenza, per comprendere cosa non ha funzionato nel servizio gestito in appalto. La sicurezza rappresenta una priorità assoluta e l’impegno quotidiano del sindacato è fare in modo che tragedie come questa non si verifichino mai”.