Le Forze dell'Ordine davanti all'abitazione di Ilenia
Le Forze dell'Ordine davanti all'abitazione di Ilenia

Fra le ipotesi anche l’omicidio su commissione

Continuano le indagini sull’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne trovata morta sabato scorso nella sua casa a Faenza.

Come riportano anche i media nazionali, Ilenia è stata sgozzata e sottratta alla vita in un arco di tempo brevissimo; in quel momento in casa c’era solo l’amica di sua figlia in quanto la figlia, Arianna, era partita da qualche minuto, col padre in direzione Milano.

Quella mattina quando ha sentito le urla e i rumori, l’amica di Arianna si sarebbe barricata in camera e avrebbe chiamato la figlia di Ilenia la quale avrebbe immediatamente avvertito le Forze dell’Ordine.

Ilenia e il padre della figlia erano separati da un paio di anni, fra loro era aperta una causa patrimoniale.

La donna ora aveva una felice relazione con un altro uomo, sentito come persona informata dei fatti ed escluso come sospetto.

Stando alle prime informazioni, nonostante la porta fosse stata chiusa a chiave, non sono stati trovati segni di effrazione né sulla porta, né sulle finestre. Non è stata trovata alcuna impronta o traccia dell’assassino che ha tagliato il collo di Ilenia.

Sono state trovate, invece, tracce di sangue al piano di sopra e nel vano cucina in cui è stato portato a termine l’omicidio; un coltello da pane sommariamente ripulito è stato rinvenuto nel lavandino.

Secondo le notizie emerse fino ad ora, tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti, c’è anche quella di un omicidio su commissione.