(foto di repertorio)

Continuano le indagini sulla morte della 46enne di Faenza.

Una nuova scoperta nelle indagini sull’omicidio di Ilenia Fabbri, la 46enne trovata morta nella sua abitazione di via Corbara a Faenza dopo che un killer, al momento ignoto, le ha tolto la vita sgozzandola.

Come riportano i quotidiani in edicola oggi, ci sarebbe una seconda telefonata che l’amica della figlia di Ilenia (la quale al momento dell’omicidio era in casa e si era barricata in camera), avrebbe fatto a Claudio, l’ex marito (ora indagato per omicidio pluriaggravato in concorso con persona ignota) e ad Arianna, la figlia di Ilenia.

L’amica della figlia avrebbe subito chiamato Arianna per avvertirla dei rumori e delle urla che sentiva; così mentre Arianna chiamava le Forze dell’Ordine, l’amica avrebbe fatto una seconda telefonata, indirizzata al padre in quanto il telefono di Arianna era occupato nel lanciare l’allarme.

Come si legge sui quotidiani, questa seconda telefonata sul cellulare del padre, sarebbe stata registrata grazie a un’app che l’uomo aveva installato sul suo dispositivo in modo da poter registrare il contenuto di ogni chiamata e, mentre Arianna in quel momento avrebbe incitato l’amica a uscire a vedere cosa stesse succedendo, il padre invece le avrebbe consigliato di restare chiusa in camera.

Leggi anche:

Omicidio Ilenia Fabbri: trovate nuove tracce biologiche, potrebbero essere dell’assassino