(Shutterstock.com)

L’Rt regionale è salito a 1.13 (di per sé non sufficiente a far scattare il cambio di colore), ma la richiesta è che vengano messe in rosso le regioni che hanno più di 250 casi per 100mila abitanti nell’ultima settimana. Attesa per le nuove ordinanze che il ministro Speranza firmerà in serata

Emilia-Romagna verso la zona rossa, oppure no?. La nostra regione, ha fatto segnare oggi, venerdì 5 marzo, un nuovo record di contagi (oltre 3mila) e la cabina di regia del venerdì ha chiesto misure più restrittive per tutti i territori che hanno più di 250 casi per 100mila abitanti nell’ultima settimana (ovvero Lombardia, Emilia-Romagna, Marche, Trento e Bolzano).

L’indice Rt regionale è però 1,13 (quello nazionale nell’ultima settimana è cresciuto fino a 1,06), di per sé non sufficiente per far scattare in automatico il cambio di colore. Dopo le voci, già circolate nei giorni scorsi, di zona rossa, quindi, c’è grande attesa per le ordinanze settimanali con i nuovi colori delle regioni che il ministro della Salute, Roberto Speranza, firmerà questa sera.

In sintesi Veneto e Friuli-Venezia Giulia dovrebbero diventare arancioni, la Campania, che ne ha fatto richiesta esplicita, rossa. In rosso resterebbero Basilicata e Molise, mentre, come già detto prima, restano in bilico Emilia-Romagna, Marche, Trento e Bolzano.