Acqua di una piscina (foto di repertorio shutterstock)

Il question time di Emanuele Panizza, capogruppo del Gruppo Misto in consiglio comunale a Ravenna

Question time di Emanuele Panizza, capogruppo del Gruppo Misto in consiglio comunale a Ravenna, che chiede la riapertura della piscina comunale a scopi fisioterapici per le persone con disabilità.

Nell’interrogazione Panizza ricorda che in data 08/03/2021, la Segreteria della Presidenza del Consiglio dei Ministri, Ufficio per le politiche in favore delle persone con disabilità ha confermato “l’interpretazione del DPCM 14 gennaio 2021, secondo cui attività riabilitative e terapeutiche costituiscono una eccezione alla sospensione delle attività di palestre, piscine, centri natatori e strutture analoghe.

Nel frattempo, il DPCM 2 marzo 2021, all’art. 17, comma 2, ha introdotto –su proposta del Ministro – una formulazione diversa, con cui si dice direttamente che le attività di palestre, piscine, centri natatori, centri benessere e centri termali “sono consentite” per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza e per le attività riabilitative o terapeutiche.”

“Nel frattempo, però – scrive Panizza –, continuano a pervenire segnalazioni da parte di persone con familiari affetti da disabilità, già duramente provate dalla situazione Covid, che lamentano l’impossibilità di accedere.

Sulla base della lettera del Ministero per le disabilità, si chiede al Sindaco, nella sua veste di primo responsabile della tutela della salute fisica e psicologica della cittadinanza e di Presidente dell’Unione delle Province d’Italia, eventualmente coinvolgendo anche il Presidente della Regione Emilia Romagna, di farsi portavoce delle criticità sollevate dalle persone con disabilità, presso il Ministero della Salute, perché venga accolto quanto proposto, nel più breve tempo possibile, consentendo, quindi, alle persone con disabilità di poter accedere alla piscina comunale di Ravenna, per svolgere attività motoria a fini fisioterapici”.