Immagine dalle riprese delle telecamere che hanno immortalato il 25enne
Immagine dalle riprese delle telecamere che hanno immortalato il 25enne

12 le persone fermate dall’inizio dell’anno nel faentino fra maltrattamenti in famiglia e droga.  

Ieri pomeriggio gli agenti della polizia locale dell’Unione della Romagna faentina, hanno fermato un 25enne originario dell’Albania, riconosciuto quale autore del furto di una bicicletta avvenuto nei giorni scorsi in pieno centro.

Il giovane era stato ripreso dalle telecamere della videosorveglianza mentre da vicolo Diavoletto, dove aveva appena rubato la bicicletta di un 67enne che l’aveva lasciata nella rastrelliera, si immetteva in corso Mazzini. Il proprietario della ‘due ruote’ che si era allontanato per qualche minuto, al suo ritorno non aveva trovato il suo mezzo e si era rivolto al comando della polizia locale dell’Unione della Romagna faentina per sporgere denuncia.

Gli agenti del nucleo di polizia giudiziaria, contando sulle telecamere presenti nel vicolo dove era stato commesso il furto, dopo aver acquisito i filmati, hanno passato al setaccio i fotogrammi. I vigili hanno individuato il momento in cui il ladro in sella alla bici appena rubata si immetteva sul corso principale della città. L’autore del furto non era per nulla nuovo agli agenti della ‘locale’ tanto da conoscerne le abitudini e i luoghi solitamente frequentati.  Predisposti alcuni servizi di controllo, proprio durante uno di questi, ieri pomeriggio verso le 16, i vigili hanno riconosciuto il giovane ripreso dalle telecamere. Dopo averlo fermato è stato identificato per essere un 25enne originario dell’Albania. Portato negli uffici del comando di via Baliatico, dopo le formalità, è stato denunciato per furto. 

Con il deferimento di ieri, dall’inizio dell’anno, salgono a 12 le persone fermate e identificate quali autori di reati a seguito d’indagini dalla polizia locale.

Nello specifico: due le persone denunciate per furto di biciclette; una per essere stata trovata in possesso di oggetti atti a offendere e una per maltrattamenti di animali. Ancora. Tre persone sono state denunciate per accattonaggio molesto nei parcheggi della città, uno per aver minacciato un condomino, uno per spaccio di sostanze stupefacenti e un altro per aver declinato false generalità. A questi si aggiungono infine altre due persone, residenti nel faentino, che avevano commesso reati a Ravenna e nel lughese. Il primo accusato di ricettazione e l’altro per maltrattamenti in famiglia.