Acqua di una piscina (foto di repertorio shutterstock)

Il contratto per la gestione scadrà il prossimo 31 maggio

In vista della scadenza del contratto per la gestione della Piscina comunale di Cervia alla data del 31 maggio 2021, è necessario avviare la procedura per un nuovo affidamento, per garantire la continuità del servizio, anche se questo al momento è inattivo a causa delle restrizioni legate all’epidemia covid-19, che hanno imposto la chiusura dell’impianto dal 25 ottobre 2020.

L’Amministrazione comunale pertanto ha emanato un bando per un affidamento temporaneo del servizio di anni 1, con possibilità di rinnovo per un ulteriore anno.

Il valore economico della concessione, determinato sulla base dei criteri di cui all’art. 167 del D. Lgs. n. 50/2016, è stato calcolato in Euro 988.739,00 sulla stima del fatturato totale medio annuo conseguito nel triennio 2017/2019.

Il corrispettivo annuo di gestione,  che l’amministrazione verserà al concessionario che si aggiudicherà il servizio, parte da una base d’asta al ribasso di euro 55.500,00 oltre a IVA di legge.

Il provvedimento è temporaneo in quanto l’amministrazione è ancora interessata alla realizzazione, nel breve-medio termine, di un progetto di implementazione dell’impianto mediante la formula di project financing, che necessita quindi del tempo necessario per lo sviluppo delle relative procedure.

L’assessore Michela Brunelli ha dichiarato: “La piscina comunale è uno degli impianti sportivi più importanti ed attrattivi della nostra città. È prioritario quindi per la nostra amministrazione da un lato garantire alla cittadinanza il servizio, che speriamo possa riprendere quanto prima, ma anche elaborare un percorso che ci consenta di migliorarla da un punto di vista impiantistico e strutturale. L’affidamento di un anno rinnovabile di un altro anno è funzionale alla realizzazione di un progetto che vada in questa direzione”.