All’interno del capannone 17 piante di marijuana, pronte per la raccolta, 20 grammi di hashish e 50 di marijuana preparati per il consumo,

I Carabinieri delle Stazioni CC di Russi e Filetto, nel pomeriggio di ieri 26 marzo, in Filetto, hanno tratto in arresto un 74 enne che deteneva abusivamente un’arma da guerra nonché quattro cittadini di origini tunisina, trovati in possesso di stupefacente.

In particolare, i suddetti militari, durante una perquisizione domiciliare delegata presso l’abitazione dell’italiano alla ricerca di fonti di prova attinenti al reato di usura, hanno rivenuto una pistola da guerra e vario munizionamento abusivamente detenuti dal predetto. L’attività, estesa alle pertinenze della dimora, ha consentito di rinvenire, in un attiguo capannone in uso ai 4 magrebini (un 52enne, un 31enne, un 26enne ed un 21enne) una serra artigianale con all’interno 17 piante di marijuana, pronte per la raccolta, nonché 20 grammi di hashish e 50 di marijuana preparati per il consumo, oltre a vario materiale per la coltivazione e il confezionamento dello stupefacente.

Il 74 enne è stato pertanto tratto in arresto per detenzione abusiva di armi da guerra mentre gli altri uomini per coltivazione illecita e detenzione di sostanza stupefacente, in concorso con l’anziano, deferito in stato di libertà per la medesima violazione.

A seguito del rito direttissimo, tenutosi nella mattinata odierna, l’Autorità Giudiziaria ha convalidato gli arresti disponendo l’obbligo di dimora nei Comuni di Ravenna ed Alfonsine rispettivamente per l’anziano e il tunisino 52 enne. Gli altri 3 tunisini sono stati rimessi in libertà in attesa della prossima udienza.