Squadra ravennate ancora protagonista fuori dal campo dopo la donazione di 30 uova di Pasqua al reparto di pediatria dell’Ospedale Santa Maria delle Croci

Un piccolo gesto, per un grande significato. È il principio che – diventato ormai un tratto distintivo – continua ad ispirare la Sirio Pietro Pezzi, club pallavolistico di Ravenna, sempre più impegnato non solo sul parquet, ma anche nel campo del sociale e della solidarietà. Dopo aver donato 30 uova di Pasqua ai piccoli degenti del reparto di pediatria dell’ospedale ‘Santa Maria delle Croci’ di Ravenna, il sodalizio ravennate, attivo da 4 anni a livello regionale e intitolato a Pietro Pezzi – pallavolista e poliziotto, scomparso nel settembre 2017, all’età di 29 anni, a causa di un incidente stradale mentre era in servizio – ha devoluto 418 euro all’Associazione Giacomo Sintini.

La somma è stata raccolta grazie alla sensibilità e alla solidarietà di atleti, tecnici, famigliari e tifosi, in occasione di una simpatica iniziativa interna che ha coinvolto i tesserati della Pietro Pezzi Ravenna, club che partecipa ai campionati di serie C regionale, Prima divisione provinciale e under 19.

Nello specifico, la donazione è stata effettuata in ricordo di Tommaso Sintini, fratello di Giacomo ed ex pallavolista oltre stimato veterinario, scomparso improvvisamente nella notte tra il 16 e il 17 novembre, all’età di 44 anni.

«La cosa straordinaria che ci ha riempito il cuore – ha commentato Alessio Saporetti, dg della Pietro Pezzi Ravenna – è stata quella di vedere il trasporto e l’adesione mostrata da tutti i nostri atleti, dirigenti e sostenitori, quando abbiamo lanciato questa iniziativa, specificando che i proventi sarebbero stati devoluti in beneficienza all’Associazione Giacomo Sintini in memoria del fratello Tommaso per contribuire all’acquisto di due macchinari da donare al reparto di pediatria dell’ospedale di Ravenna. Tommaso è stato esempio di professionalità e umanità, sia col pallone da pallavolo, sia col camice da veterinario. E, per noi della Pietro Pezzi, è un esempio e un modello da seguire».