Gli artificieri dell’8° Reggimento Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago hanno trasportato l’ordigno a Filo di Alfonsine dove è stato fatto brillare

Si sono svolte nella mattina di oggi, domenica 11 aprile, le operazioni di disinnesco e brillamento di un ordigno, residuato bellico, del tipo bomba d’aereo del peso di 100 libbre di produzione statunitense, ritrovata in un terreno agricolo in via Madonna di Genova a Lugo al confine con il Comune di Cotignola.

L’evacuazione della popolazione dell’area interessata e quella interna della clinica Villa Maria Cecilia Hospital ha avuto inizio alle ore 6.00 e si è conclusa alle ore 7.00.
Gli artificieri dell’8° Reggimento Guastatori Paracadutisti Folgore di Legnago hanno provveduto al disinnesco e al brillamento in loco delle spolette.

L’ordigno è stato quindi trasportato con un convoglio interforze in una cava presso Filo di Alfonsine, dove alle ore 12:45 è stato fatto brillare senza criticità e in anticipo rispetto alle previsioni.
Le operazioni, coordinate dalla Prefettura – U.T.G. di Ravenna, hanno coinvolto la Questura di Ravenna, i Comandi provinciali dell’Arma dei Carabinieri, della Guardia di Finanza, dei Vigili del Fuoco, la Polizia Provinciale, Stradale e Locale, nonché l’Unione della Bassa Romagna con i Comuni di Lugo, Cotignola e Alfonsine, la Croce Rossa Italiana e i volontari del gruppo comunale di Cotignola e del Coordinamento Provinciale della Protezione Civile.