La giovane aveva anche un bilancino di precisione e la giustificazione dell’uso personale non ha convinto i Carabinieri

Durante un normale servizio di controllo del territorio i Carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di Faenza hanno tratto in arresto una ragazza faentina di 25 anni per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio.

I Militari della locale Aliquota Operativa, a seguito di mirata attività di p.g. al fine di prevenire e reprimere il traffico e lo spaccio di sostanza stupefacenti, hanno notato una ragazza con atteggiamento sospetto che, alla vista dei militari, ha iniziato ad accelerare il passo per evitare il controllo.

I militari dell’Arma si sono insospettiti e hanno iniziato a pedinarla, e la perquisizione ha dato ragione ai Carabinieri che hanno trovato 570 grammi di hashish nella disponibilità della ragazza nonché 730 euro, frutto dell’attività di spaccio, e un bilancino di precisione, tutti elementi che facevano intendere che la ragazza spacciasse e che il quantitativo non fosse semplicemente per sé.   

La ragazza, sentita dai militari, ha dichiarato di essere una consumatrice abituale di hashish e di aver comprato per sé stessa il quantitativo che aveva in possesso un paio di giorni prima. Ha inoltre aggiunto che qualche volta le è capitato di regalarla a qualche amico e altre volte ha chiesto un rimborso per l’acquisto dello stupefacente: questa sua ammissione è stato un altro elemento a sostegno della tesi dello spaccio.

La ragazza è stata arrestata, come disposto dall’a.g. competente, e il giorno seguente l’arresto è stato convalidato dal Gip, che ha sottoposto la ragazza all’obbligo di presentazione alla p.g. e all’obbligo di dimora nel comune di Castelbolognese con prescrizione di permanenza notturna presso la propria abitazione.